My Wordpress Blog

Expandmenu Shrunk


Radioterapia intraoperatoria

Con la diagnosi sempre più precoce e, di conseguenza, con l’aumento della chirurgia conservativa sono aumentate di molto le donne sottoposte a trattamento radioterapico sulla mammella. L’irradiazione standard avviene generalmente in diverse settimane richiedendo pertanto numerosi accessi quotidiani alle strutture sanitarie di radioterapia che spesso sono distanti e mal distribuite sul territorio creando notevoli disagi.

Ciò ha indotto il mondo scientifico alla programmazione di diversi studi al fine di ridurre i tempi necessari per svolgere il trattamento, attuando comunque una irradiazione che consenta di ottenere risultati analoghi in termini di controllo di malattia e di cosmesi.

Diverse metodiche sono state utilizzate tra cui la Radioterapia Intraoperatoria (IORT – Intra Operative RadioTherapy). Vengono utilizzati acceleratori lineari mobili, situati in sala operatoria, consentendo quindi la somministrazione della dose di radiazione direttamente sul bersaglio (la parte di mammella sede della neoplasia) ben visibile durante l’intervento. La IORT può essere somministrata come terapia esclusiva e costituire la sola modalità di irradiazione dopo chirurgia conservativa. Questa modalità terapeutica è riservata a pazienti con neoplasie asportate radicalmente e con caratteristiche istologiche che confermino un basso rischio di coinvolgimento dell’intero seno. Tale metodica consente la somministrazione di una dose equivalente all’intero trattamento standard, calcolata mediante modelli matematici, in un’unica seduta eseguita sul letto tumorale durante la chirurgia.

I vantaggi della IORT sono molteplici: agevole identificazione del letto tumorale e irradiazione tempestiva con tessuti ben vascolarizzati; minimizzazione dei possibili danni ai tessuti sani adiacenti che possono essere schermati; effetti collaterali quasi inesistenti; eliminazione del periodo di attesa correlato alla guarigione della ferita chirurgica e alle liste di attesa più o meno lunghe dei vari centri di radioterapia; eliminazione del tempo dedicato alla radioterapia esterna (alcune settimane).

Un aspetto negativo di tale metodica è l’elevato costo dell’accelleratore lineare mobile ammortizzabile solo con un numero elevatissimo di interventi chirurgici e per questo la radioterapia intraoeratoria viene effettuata al momento solo in grossi Centri di eccellenza.

Compili il seguente form per contattarci ed avere risposte alle sue domande