My Wordpress Blog

Expandmenu Shrunk


imagesCASLVWOC

Alimentazione e seno

La corretta alimentazione migliora l’estetica del seno attraverso la bellezza della pelle, aiuta un suo armonioso sviluppo e contribuisce ad un miglior funzionamento della ghiandola mammaria. La quantità di cibo e la sua qualità sono intimamente correlate con lo sviluppo del seno, con la sua forma e con il suo volume.

Il peso è un fattore importante per il seno e per la sua bellezza. Aumenti e dimagrimenti eccessivi minacciano l’elasticità cutanea e la tonicità del tessuto. Un seno grasso, essendo pesante, tende a rilasciarsi e diventa più frequentemente flaccido. Un calo di peso troppo repentino indebolisce il tessuto connettivo e conferisce al seno un aspetto cascante. Se una donna rimane in sovrappeso per molto tempo, è possibile che abbia uno stiramento del connettivo e una lacerazione del tessuto fibroso; al momento del dimagrimento sul seno si formeranno le smagliature, che sono un inestetismo difficile da cancellare.

Seguire una dieta adeguata risulta essere estremamente importante sia per la salute sia per la bellezza. Può essere utile, al momento del bisogno, integrare la dieta con alimenti che ci diano una sferzata di energia come il lievito di birra, la pappa reale o l’olio di fegato di merluzzo. Sono sostanze che, per la loro ricchezza di contenuto in vitamine, in oligoelementi e proteine, aiutano il nostro organismo a reagire a condizioni di stanchezza o di stress e contemporaneamente fanno bene alla pelle.

La dieta deve essere ricca di verdura e di frutta fresche, perché sono ricche di vitamine e di minerali; inoltre si devono usare pochi grassi, non si deve mangiare troppa carne e sarebbe meglio limitare molto, o addirittura eliminare, il caffè e l’alcol. Bere molta acqua oligominerale durante la giornata, salare poco le vivande, non esagerare con i dolciumi e mangiare yogurt, latticini e cereali fa bene alla salute. Masticando lentamente si tende a mangiare di meno.

Seguire una dieta bilanciata aiuta a prevenire la formazione di carcinoma mammario, secondo il decalogo di prevenzione formulato dalla Scuola europea di Oncologia.